SALVA L’ANNO riduce il rischio della mancata promozione a giugno

nei casi di numerose insufficienze o assenze.

Un percorso scolastico attivabile entro il 15 di Marzo,

fondato sul nostro esclusivo metodo didattico attivo.

 

Insufficienze numerose o gravi spesso compromettono la promozione.

 

Infatti, se uno studente non raggiunge gli obiettivi di apprendimento,

passare agli argomenti successivi diventa davvero difficile.

 

Le lacune si sommano ed i saperi più complessi non possono essere compresi.

 

Di conseguenza peggiora il rapporto con la scuola, si perde la fiducia in se stessi,

la frustrazione ed il malessere può riflettersi anche a casa, nelle relazioni familiari.

 

Con la didattica a distanza la situazione può aggravarsi, fino ad essere irreparabile.

 

Entro il 15 di Marzo è possibile risolvere questi problemi grazie ad un percorso scolastico differente.

 

Tra febbraio e marzo, accogliamo in media 17 studenti pistoiesi ogni anno.

Ragazzi e ragazze che lasciano la scuola pubblica perchè rischiano di non essere promossi a giugno.

In dieci anni di scuola, il 97% dei nostri studenti che rischiavano di bocciare alla scuola pubblica, sono stati promossi.

 

Il progetto scolastico SALVA L’ANNO si avvale di un metodo didattico attivo.

 

É chiaro che quando ci sono tante insufficienze c’è un problema didattico.

Qualunque studente potrà confermare che tra i principali motivi troviamo:

  1. poca motivazione allo studio.
  2. Difficoltà su materie nelle quali c’è poca predisposizione.
  3. Scarso coinvolgimento in classe da parte dei professori.
  4. Didattica a distanza non funzionale e poco coinvolgente.

 

Negli anni abbiamo potuto confrontarci con i genitori dei nostri iscritti,

anche grazie a loro abbiamo perfezionato un metodo che interviene proprio su questi aspetti.

 

L’unica strada da percorrere è porre al centro lo studente, cioè la base del nostro metodo.

 

1. É necessario confrontarsi con le famiglie sulle necessità e le aspettative educative.

Ciò che interessa a tutti è il successo scolastico dello studente,

 

Grazie a questo confronto i ragazzi si sentono inseriti in un percorso che li tutela e li responsabilizza.

Dal disinteresse verso la scuola, saranno incentivati ad interessarsi al loro futuro.

 

2. Mettere al centro lo studente significa anche favorire la partecipazione di tutti nella classe.

Un esempio illuminante sono i progetti di lavoro cooperativo.

 

Se nella scuola pubblica gli studenti sono solo fruitori passivi di lezioni uguali per tutti,

il nostro metodo spinge ad imparare dialogando con i compagni su argomenti didattici.

Possono cooperare per raggiungere un obiettivo condiviso.

Apprendono lavorando su qualcosa che darà loro soddisfazione.

 

Didattica attiva significa anche relazioni scolastiche positive.

3. Un percorso scolastico di successo deve fondarsi sul rapporto positivo con gli studenti.

É solo grazie a questo approccio che i nostri iscritti ci riconoscono come una struttura unica, fondata sulla positività dei rapporti umani.

 

Risultati e crescita personale non possono prescindere dalla comprensione, dal rispetto e dalla fiducia reciproca fra insegnanti, alunni e genitori.

 

La procedura di iscrizione al nostro istituto scolastico, prevede alcuni punti importanti da rispettare.

É possibile consultare una semplice guida a questo link.

 

Aggiornamento – Marzo 2021

In rispetto delle misure anti-contagio, abbiamo ridotto il numero di posti nelle classi per garantire il distanziamento sociale.
Attualmente siamo in didattica a distanza, ma dobbiamo garantire il distanziamento quando avverrà il rientro in presenza.

Invitiamo a contattarci con urgenza per conoscere la disponibilità di posti nelle nostre aule ed eventualmente prenotare un appuntamento quanto prima.